Chi sono?

Sono un ragazzo con la passione per l'informatica e per la politica, praticante di sport, e proprio nello sport spero di poter lavorare dopo i miei studi.

giovedì 28 maggio 2015

Il vero male dei giovani? l'abbandono da parte delle Istituzioni.


Buongiorno gentili lettori di questo umilissimo Blog, oggi vorrei sottoporvi un problema che secondo me attanaglia quasi tutti i giovani Italiani di oggi, i quali dovrebbero essere risorsa del presente e del futuro, ma a quanto pare sono stati dimenticati dalla società Italiana di oggi e dalle istituzioni, ecco qualche mio pensiero da ragazzo 23 enne che sono..

Partiamo dalla base dove secondo me i giovani e i ragazzi si sentono persi direte voi la scuola.. no non tanto.. io direi la famiglia (per carità non tutte eh), dove in molti casi già da li molti ragazzi si sentono non presi in considerazioni fin da piccoli, vuoi perché i genitori lavorano, vuoi perché vivono in situazioni difficili, fatto sta che molte volte i ragazzi percepiscono questo senso d'abbandono già dentro il nucleo familiare finendo molte volte in situazioni non piacevoli, quali alcolismo, droghe e via dicendo.

Il secondo luogo dove il giovane viene abbandonato molte volte è la scuola, dove molte volte accade che dei giovani magari con caratteri non molto tranquilli finiscono per non essere capiti dai professori, i quali molte volte con giudizi molto severi nei confronti di un ragazzo il quale potrebbe venire bocciato e magari rischiare di demoralizzarsi e non frequentare più l'istituto, ne consegue ovviamente l'abbandono e già è difficoltoso il mondo del lavoro con un diploma figuriamoci cosa può essere di un giovane con appena la licenza media al giorno d'oggi, per risolvere questo problema si potrebbero adottare consulenza psichiatriche interne che aiuti il ragazzo a trovare la motivazione per studiare, un aiuto concreto insomma.. non una punizione come è vista in molti casi la bocciatura,sospensione e quant'altro sopratutto nei primi anni di superiori.. ma non mi divago molto dato che ci si potrebbe scrivere un articolo intero sul rapporto scuola-studente.
Altro punto che mi sento di toccare è la situazione che si viene a creare post-diploma, dove un giovane che magari non ancora ha le idee chiare si viene a trovare in un limbo di indecisione su quale strada intraprendere, su quale futuro lui voglia realizzare, tra centri per l'impiego che non hanno una vera e propria utilità, se non quella di metterti in lista di perenne attesa, agenzie per il lavoro che non aspettano altro che tu ti iscriva per darti false speranze o nei migliori dei casi farti fare il tirocinante a vita mandanti da una azienda all'altra.. ecco che secondo me servirebbero delle strutture di orientamento che seguano il giovane anche IMMEDIATAMENTE DOPO il diploma, per capire a cosa è più propenso il ragazzo, io ad esempio la passione per lo studio l'ho riscoperta a 23 anni suonati non troppi ma neanche troppo pochi.

Ultimo fattore che vorrei trattare è la mancanza di possibilità per un giovane di esprimere il proprio talento, quindi mancanza di centri di aggregazione per giovani di qualsiasi tipo, ad esempio:

-Se ad un gruppo di ragazzi piace dipingere, dove possono incontrarsi per parlare di pittura? da nessuna parte nello specifico.
-Se un gruppo di musicisti che magari sono autodidatti dove possono incontrarsi per conoscere nuove persone con la loro stessa passione, magari formare un gruppo e crescere insieme senza sborsare fior fior di soldi in un conservatorio?
-Se un ragazzo è talentuoso in uno sport minore (scherma,nuoto,lotta,grappling,jiu-jitsu ecc,..) perché non gli si da l'opportunità di far carriera magari sovvenzionando palestre con denaro le quali a loro volta magari non fanno pagare l'abbonamento al giovane?

E chi più ne ha più ne metta!..

Ricapitolando: Ho fatto degli esempi sul male che affligge i giovani di oggi, che secondo me è l'abbandono da più parti, in sostanza quello che veramente vorrei è una istituzione che punti davvero sul futuro, che investa davvero sul domani, che creda veramente in noi ragazzi.. liberi di pensarla in modo diverso ovviamente.. ma secondo basta guardare bene un attimino quello che ci circonda..


Vi è piaciuto l'articolo? condividilo e commentalo!
Non ti è piaciuto? esprimi pure il tuo disappunto!
La tua opinione in ogni caso CONTA.

Mi piacerebbe conoscervi di persona e coinvolgervi ecco perché ho deciso di fare un hangout dopo le elezioni regionali per commentarle insieme! fatemi sapere cosa ne pensate su questa idea!